LA CAROVANA DEL SALE, Elena Dak

“I madugu sono pochi e sono dotati di un non comune senso dell’orientamento. Sono i pozzi a scandire il percorso dall’inizio alla fine e a dettare i ritmi. I carovanieri non sanno quanti chilometri al giorno devono percorrere. Sanno che da un pozzo all'altro non devono impiegare più di un certo numero di giorni. L’autonomia d’acqua è calcolata con precisione: ne va della loro vita.” Ogni anno i tuareg dell’Air, nel nord del Niger, attraversano il deserto verso le saline e le oasi di Bilma e di Fachi con centinaia di dromedari per andare a rifornirsi di sale e di datteri che poi trasporteranno nel paesi del sud per scambiarli con il miglio, il cereale sul quale si basa la loro alimentazione. Sono le leggendarie carovane del sale che ripercorrono da tempi immemorabili gli stessi itinerari con gli stessi rituali. Un viaggio di sabbia e di silenzi, di notti sotto le stelle e cibo semplice intorno al fuoco.
LIBRI IN VIAGGIO
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Torna su